Siamo con Depaoli ma il dibattito interno al PD non ci riguarda

ArticoloUno ha poco più di quattro mesi ma è già ben radicato in tutta Italia e nella nostra Provincia.

Vorremmo tornare a parlare a tanti elettori che hanno perso fiducia e per questo è necessario costruire un campo largo della sinistra che sappia rappresentare l’alternativa alle politiche sbagliate degli ultimi anni.

Il 1 luglio, a Roma, una tappa importante di questo percorso e di certo non l’ultima.

I segretari provinciale e comunale del PD contestano a Giacomo Galazzo, Assessore alla Cultura, di avere sostenuto queste tesi e pongono per questo una questione di lealtà e di rispetto nei confronti della maggioranza che regge il Comune di Pavia.

L’affermazione ci sembra fuori tempo, poiché queste sono da sempre le posizioni di ArticoloUno, e male argomentata. Se di fronte alla divisione del PD si fanno scelte diverse è fisiologico avere poi opinioni diverse sui temi nazionali: la distanza tra le conclusioni di Piazza Santi Apostoli e quelle di Matteo Renzi nella Direzione di ieri risalta con evidenza.

Ciò che però teniamo a sottolineare è che non è questo l’oggetto della nostra relazione politica con il PD in città. Noi e il PD, a Pavia, siamo legati unicamente dal sostegno al programma del Sindaco.

Un percorso che, in un’ altra fase, insieme abbiamo costruito e contribuito ad affermare. E che, con l’impegno dell’Ass. Galazzo, continuiamo a sostenere con lealtà nel corso del mandato amministrativo: questo lo dimostrano i fatti. Ciò in perfetta coerenza con la scelta di ArticoloUno che in tante parti d’Italia, ove è stato possibile, ha sostenuto a livello locale coalizioni di centrosinistra. A Pavia questo è ancora possibile intorno alla figura di Massimo Depaoli che in fase elettorale ha raccolto la fiducia di un largo campo di forze politiche e civiche e che continua a rappresentare un’ opportunità di sintesi tra storie e prospettive diverse.

Siamo disponibili in ogni momento a discutere col PD e con le altre forze che sostengono la maggioranza di come portare avanti le responsabilità che ci siamo assunti nei confronti dei pavesi, nel rispetto del mandato elettorale e per quanto i tracciati “nazionali” possano divergere.

Chiediamo però di non essere coinvolti in una dialettica interna al PD. Il problema di questa Giunta non è la lealtà dell’Assessore Galazzo ma il fatto che una componente di quel partito ha aperto una questione politica intorno alla nuova articolazione della Giunta comunale. Questa discussione non ci riguarda e non ha nulla a che fare con dibattiti che si svolgono su altri argomenti e in tutt’altre sedi.

Confondere i piani non è corretto e rischia di danneggiare un percorso amministrativo che invece è bene continuare a sostenere.

Martina Draghi, coordinatrice ArticoloUno per la Provincia di Pavia

pubblicato sulla Provincia Pavese del 9 luglio 2017

Se ti è piaciuto, condividilo:

Lascia un commento

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial